Alta via dei monti liguri

La natura crea dipendenza.
Vige una legge per cui nutrire la propria vista di paesaggi naturali provochi un immediato senso di benessere alla propria anima.

Alta via dei monti liguri

La natura crea dipendenza.
Vige una legge per cui nutrire la propria vista di paesaggi naturali provochi un immediato senso di benessere alla propria anima.

Il Viaggio

Le tue orecchie non sono mai libere di sentire,
i tuoi occhi non sono mai liberi di vedere, di godere, di silenzi e paesaggi.

È il 15 agosto 2020, un team di 4 atleti appassionai di sport, natura, fotografia, comunicazione ed arti visive,
intraprendono un viaggio di 250km in bikepacking lungo l’Alta Via dei Monti liguri.

Nico, Dave, Marco e Marcello partono in treno da Milano, raggiungendo l’inizio del percorso a Ronco Scrivia;
le bici sono equipaggiate con tende e attrezzatura necessaria ad avventurarsi 7 giorni nella natura.
È il primo viaggio del team, e nemmeno sapevano sarebbero diventati un team.

Subito il trail si fa molto duro, incidenti di percorso evocano le doti meccaniche del team, che si mette all’opera ed in scioltezza riparte.
Una ripida salita li porta al primo campo base, la tenda è settata e il fuoco arde, il cibo in preparazione per recuperare le energie ed affrontare un nuovo giorno.

il Il mattino seguente una nuova, ripida salita li aspetta ed ognuno lavora sodo per arrivare alla fine della tappa.
Il percorso si alterna tra colline, verdi montagne, fiumi e meravigliosi borghi italiani di supporto alle soste per rifornimento di cibo ed acqua.

Il team è affiatato, il che permette di affrontare problemi ed inconvenienti, fronteggiare le lunghe salite e il sole di agosto.
Il sentiero si fa tortuoso e spesso diventa necessario scendere dalla bici, caricarsela in spalla e proseguire a piedi.

In quel momento è nato Esplora.

La coscienza collettiva nei confronti della natura riporta la necessità all’essenziale in termini di bisogni primari: cibo, acqua e attrezzature; il che spinge la curiosità della scoperta all’estremo, oltre ogni tipo di sofferenza fisica e mentale. Sforzi e fatiche sono parte fondante e costante di un’avventura, ma scenari mozzafiato e momenti di profonda felicità fan si che ne valga sempre la pena.

“Voglio vivere così,
Col sole in fronte,
e felice canto,
beatamente
Voglio vivere e goder,
l’aria del monte,
perché questo incanto,
non costa niente.”

7 giorni e 6 notti per affrontare 6000 metri di dislivello, ed ogni giorno pedalato, la sera vi è la via lattea ad attenderci in cielo.

Esplora la natura, senti la vibrazione che emana e assecondala, l’avventura è questo.

Un po’ bambino, un po’ supereroe.

Esplora con noi